Comfort zone

Oggi siamo uscite, Aspergirl ed io, siamo andate in un negozio “sicuro”, che conosce, e lei ha chiesto se avevano un videogioco che le piace. Lo avevano, lo ha preso, lei ha ringraziato, preso il gioco, salutato.
Di solito dovevo farlo sempre io, entrare, chiedere, comprare etc. Ma adesso stiamo lavorando sulle autonomie, e quindi sta imparando a farlo lei.
E’ una vera e propria operazione militare eh, a casa abbiamo pensato a dove e come iniziare, abbiamo studiato le possibilità, fatto le prove, deciso il piano A e il piano B. Manco la SWAT 
Al prossimo giro, fumetteria. Prima o poi, andrà da sola, lo so.
Baby steps, baby steps 
(immagine di Sarah’s Scribbles )

e7bd885c20511da681ce3ca5ab277449

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...